giovedì 20 luglio 2017

Liebster Award 2017

Cari lettori, care lettrici,
che bello oggi potervi scrivere a causa di un premio! Il Liebster award è ormai ben noto a chi frequenta la blogosfera ed è particolarmente carino, secondo me, almeno per due motivi: il primo è che lo scopo principale di tale premio è far conoscere di più dei blog con ancora poco seguito che riteniamo meritevoli, il secondo è che - attraverso il gioco delle domande a cui rispondere - permette di scoprire qualcosa di più sui nostri amici e colleghi blogger. Mi capitò di riceverlo in passato, quando scrivevo di altro su altri spazi, ma è la prima volta che mi viene assegnato qui, al mio Tanto non importa e ne sono davvero felicissima perché - tra alti e bassi e tra un'assenza e l'altra - lo sto portando avanti e riesco comunque a sentirlo mio, soprattutto perché stavolta non mi sono incastrata entro troppe regole e - come sicuramente avrete visto - mi sento libera di scrivere di tutto ciò che voglio, dalle recensioni di libri a quelle di manga fino ad arrivare ai miei fatti personali; e sapete qual è la cosa che mi fa più piacere? Beh, che voi commentate tutto e non storcete il naso se salto da un argomento all'altro. Di questo vi ringrazio, di tutto cuore, perché più passa il tempo e più adoro scrivere qui e questo, senz'altro, lo devo anche a chi - leggendo e commentando le mie parole - mi sta aiutando a credere in ciò che faccio ed a crescere. Bene, il momento romantico può concludersi qui, passiamo alle regole!

1. Ringraziare chi ti ha premiato e rispondere alle undici domande che ti sono state poste.
2. Premiare altri undici blogger che abbiano meno di 200 followers e che ritenete meritevoli.
3. Comunicare la premiazione nelle bacheche dei "vincitori".
4. Proporre a vostra volta undici domande. 

1. Ringraziare chi ti ha premiato e rispondere alle undici domande che ti sono state poste.
Con mia grande sorpresa, sono stata premiata da ben due persone: Luz, di Io, la letteratura e Chaplin, che non credo abbia bisogno di presentazioni, e Silvia di La nostra passione non muore. E' già la seconda volta che Luz mi assegna un premio e dire che ne sono onorata è poco. I suoi post sono tra quelli che leggo sempre con maggior interesse e curiosità e spesso ne esco sapendo qualcosa in più, dai suoi scritti traggo arricchimento. Dal suo blog traspare la sua fortissima personalità, perciò ricevere un premio da una persona che stimo è sicuramente fonte di grande soddisfazione! 
Per quanto riguarda Silvia invece, la conosco da meno tempo e mi propongo di passare di più sul suo angolo virtuale, perché merita. Mi hanno colpita i suoi articoli a tema teatro, che personalmente frequento pochissimo - per niente, si può dire - eppure ho sempre adorato. 
Quindi, che dire, grazie mille ragazze! Se non vi nominerò a mia volta sarà solo per non farvi rifare questo post daccapo!

Veniamo alle undici domande. Le domande di Luz:

1. Il primissimo libro che hai ricevuto in dono.
Domanda difficile, perché ovviamente quelli che ricordo meglio son quelli che ero già in grado di leggere da sola, quindi alle elementari; però so di averne ricevuti parecchi già prima, i classici libretti per l'infanzia pieni di disegni con una frase per pagina, che qualche adulto deve aver la pazienza di leggerti piano spiegandoti le immagini. Il primo in assoluto non saprei proprio dirlo, ma so che i primi erano in svedese. Per chi non lo sapesse, mia madre è svedese ed io son nata lì e c'erano questi libriccini in formato molto piccolo, quadrato o rettangolare, il cui catalogo comprendeva moltissime storie. Mia madre o i miei nonni me le rileggevano all'infinito anche per farmi imparare la lingua, ed andò a finire che alcune di quelle le conoscevo a memoria, tanto da "leggerle" da sola anche se non sapevo leggere.

2. Come ti immagini da vecchio/a? (descrivi una tua ipotetica foto)
Questa è divertente. Allora, porto gli occhiali da quando avevo sette anni, dunque con gli occhiali. Ho sempre amato la comodità e non penso che proprio in vecchiaia diventerò una raffinata signora in gonnella, quindi in tuta e penso porterò le Converse anche da vecchia. Forse avrò ancora i capelli tinti di rosso, o forse mi piacerà la tonalità di bianco/grigio che prenderanno. Nella foto mi immagino seduta nella mia poltrona d'onore - ogni anziana lettrice ne merita una - con accanto le mia cagnolotte - perché sì, da cucciole ho chiesto ad entrambe di essere immortali e quindi ci saranno ancora. Qualunque sia il contorno, spero che in quella foto io stia sorridendo sinceramente.

3. C'è un viaggio in luoghi remoti che vorresti fare prima o poi?
Non saprei. Ho già visto parecchi posti, ma vorrei vederne ancora molti di più. Ci sono ancora molti posti vicini in cui non sono mai stata, ad esempio in cima alla mia lista dei viaggi che vorrei fare, al momento, ci sono la Scozia e l'Islanda. Immagino che le mete remote mi verrebbero in mente una volta esplorato tutto il circondario limitrofo.

4. Hai mai scritto un libro?
No. Ne ho iniziati seriamente almeno due, terminato nessuno. Ora però ho un progetto serio e stavolta penso proprio che sarà diverso, perché son molto diverse le premesse.

5. Hai mai scritto una poesia?
Non di mia spontanea volontà. Quando frequentavo le medie, la mia docente di italiano era - tra le altre sue doti - una poetessa. Nelle ore pomeridiane ci obbligava al "laboratorio di poesia" e, ispirati o meno, dovevamo scriverne tutti. Abbiamo persino partecipato e vinto concorsi e pubblicato almeno una raccolta all'anno. Ricordi molto imbarazzanti, così come le "poesie" dentro a quei libri firmate col mio nome. Onestamente non è una forma di scrittura con la quale io mi senta a mio agio, infatti dopo quest'esperienza scolastica non mi è mai più venuto in mente di scriverne una.

6. Tre aggettivi che riguardano i tuoi pregi.
I primi che mi vengono in mente sono comprensiva e paziente, soprattutto paziente, a detta di tutti sono la persona più calma del mondo; non mi capita proprio mai di perdere la pazienza, soprattutto per cose che a me sembrano "piccole", tipo inconvenienti quotidiani o quelle cose per cui le persone si stressano tanto, come la fila alla posta o perdere un autobus, tanto per fare esempi a caso. Non so spiegare il perché, so solo che in parte son sempre stata così, in parte ho lavorato su me stessa per imparare ad apprezzare le più misere sciocchezze e le cose negative stanno sempre in secondo o terzo piano. Le uniche occasioni in cui sono un po' irascibile è quando non ho dormito abbastanza (lol). La terza cosa che potrei dire, che non so se è un vero pregio ma è una cosa che mi piace di me, è il feeling che ho con gli animali. E' come se sapessi capirli bene, soprattutto i cani, e loro sentono questa cosa e istintivamente si fidano di me. E' bello.

7. Tre aggettivi che riguardano i tuoi difetti.
Il primo, che mi caratterizza da sempre, è sicuramente la pigrizia. Alla fine so combatterla e faccio sempre un sacco di cose, però il mio io interiore è un panda che sta a pancia all'aria e non ha voglia nemmeno di portare il suo bambù alla bocca. Poi sono una persona indecisa, specie sulle questioni importanti; ci rimugino e ci rimugino fino alla nausea e a volte, anche quando sembro essermi decisa completamente, son capace di tornare punto e capo all'ultimo secondo. Un terzo difetto è che non riesco mai a reagire immediatamente a certe situazioni, specie quelle che coinvolgono gli altri esseri umani. Ho sempre bisogno di tempo per metabolizzare e capire se è giusto o meno sbroccare alla persona in questione. Per estremizzare, se trovassi il mio fidanzato a letto con un'altra sarei capace di metterci un paio di giorni per capire se litigarci o meno. Sono messa male, lo so.

8. In quale epoca storica del passato ti vedresti assai bene?
Sono indecisa tra due momenti vicini: l'Ottocento o i primi del Novecento. Certo che dipende dal luogo e dalle condizioni in cui mi troverei... però con tutti i classici inglesi che ho letto, mi ci vedo nella campagna del Sussex, in un piccolo cottage, a sfidare le convenzioni dell'epoca a colpi di penna. E pazienza se mi fosse toccato usare uno pseudonimo maschile per esser presa sul serio!

9. Pianifichi tutto prima di un viaggio o inventi là per là?
Sono quella che la valigia la fa la sera prima senza neanche riflettere su ciò che sta buttando dentro, ma pianifico bene le cose da fare e da vedere: parto sempre pensando "chissà, magari sarà l'unica volta che vado in questo posto!" e voglio essere sicura di vedere tutto il possibile entro il tempo che ho a disposizione. Non sono e non sarò mai maniacale in questo però, perché mi piace molto anche l'improvvisazione. Per un viaggio on the road, infatti, non pianificherei nulla e lascerei tutto all'avventura.

10. Se tu fossi un personaggio della letteratura saresti...
Qui dovrei distinguere tra un personaggio che vorrei essere ed un uno che potrei effettivamente essere perché ci somiglio. Vorrei essere una Jo March o una Elizabeth Bennet, ma sono identica a Eleanor di Ragione e sentimento, per certi aspetti del mio carattere.

11. Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo post?
Almeno un'oretta, finora, ma non ho per niente finito ^^"

Le domande di Silvia:

1. Che cosa rappresenta per te il tuo blog?
Innanzi tutto un mezzo di comunicazione, per esprimere le valanghe di pensieri suscitati dalle cose che più mi rendono entusiasta, ovvero le storie, in tutte le forme in cui possono essere raccontate. Non ho tantissimi amici e di amici lettori ancora meno; stordisco il mio ragazzo ma, poverino, non può subirsele tutte e solo lui le mie chiacchiere. Inoltre non posso fare a meno di scrivere, è un'abitudine troppo radicata in me e, anche se amo farlo sulla carta, ho bisogno anche di un confronto con qualcuno che legga le mie parole. Ecco, dunque, che un blog è ciò che risponde a tutte queste mie necessità: direi che è fondamentale per me avere uno spazio in cui esprimermi e poter interagire con persone che condividono le mie passioni, a non farlo sento davvero che mi manca qualcosa.

2. Da quanto tempo hai aperto il tuo spazio personale?
Tanto non importa esiste dall'ottobre del 2015, dunque son quasi due anni (di già!).

3. Ami l'arte? C'è un artista che ti piace particolarmente?
Non posso dire di essere un'appassionata d'arte, più che altro sono una curiosa d'arte. L'arte mi incuriosisce e qualche volta sa colpirmi in maniera del tutto istintiva. Gli artisti che amo sono Klimt - di cui ho visto moltissime opere a Vienna -, Frida Kahlo, che forse è la mia preferita in assoluto, e mi trasmette molto anche l'inquietudine e la morbosità di Schiele.

4. Scegli una canzone che ti commuoverà sempre un po'.
Gli album dei Placebo e de Le Luci Della Centrale Elettrica significano di tutto per me, e molte delle loro canzoni sanno farmi stringere lo stomaco ad ogni ascolto. Adesso, in particolare, mi viene in mente Le ragazze stanno bene de Le Luci.

5. Qual è il personaggio letterario in cui ti identifichi di più?
Senz'altro il protagonista de Un giorno questo dolore ti sarà utile di Peter Cameron.

6. Qual era il libro che adoravi da bambino/a?
Piccole donne e Il diario di Anna Frank.

7. Qual è il film più bello che hai visto nel 2017?
Io non vedo mai i film appena escono, non per scelta ma perché va a finire sempre così! Dunque decisamente Pets, di cui poco tempo fa mia sorella ha acquistato il dvd. Chiunque abbia un animale da compagnia, specie un cane, deve averlo adorato!

8. Consiglia una lettura ideale per questo periodo estivo/di vacanza.
Personalmente adoro la saga dei Cazalet, conto di iniziare a breve il terzo volume. Trovo che sia una lettura al tempo stesso appassionante e rilassante. 

9. Hai mai incontrato degli scrittori? Se sì, chi?
Ho avuto il piacere di ascoltare Andrea Camilleri, di cui non ho mai letto nulla ma che stimo come intellettuale, però non sono riuscita ad incontrarlo; mentre di incontri "ravvicinati" (neanche stessi parlando di alieni) posso vantare quello con Bjorn Larsson, di cui ho l'autografo su I poeti morti non scrivono gialli e Giancarlo De Cataldo, autore di - tra gli altri - Romanzo criminale (che appunto mi sono fatta autografare). Di lui ho un bellissimo ricordo, perché è venuto nel mio paesetto sperduto perciò c'era poca gente e si fermò a lungo a parlare con me e l'unico altro ragazzo della mia età presente all'incontro. Una persona davvero disponibile e alla mano, oltre che interessante da ascoltare.

10. Qual è, secondo te, il luogo ideale per leggere?
Penso che ognuno abbia il suo. Io ad esempio faccio fatica a leggere all'esterno o in mezzo alla gente, perché osservare è più forte di me e dunque mi distrarrei per ogni minima cosa. Il mio luogo ideale è in una stanza tranquilla, sul letto, sul divano, in poltrona. Basta che stia comoda e tranquilla!

11. C'è un classico che ami rileggere? Se sì, quale?
Non sono una lettrice che rilegge, non ho mai riletto nessun libro per intero, dunque direi di no. Un classico che rileggerei volentieri più avanti, visto che l'ho letto a febbraio di quest'anno, è Il circolo Pickwick di Dickens, davvero troppo esilarante!

Bene, sono riuscita a rispondere a tutte le domande, che fatica! Avete avuto la pazienza di leggere fin qui? Se sì, i miei complimenti, meritereste un premio a vostra volta solo per questo! Ora tocca a me nominare undici blog. Voglio premettere che tra le prime a cui avrei assegnato il Liebster Award, perché adoro e leggo sempre i loro post, ci sono Virginia di Virginia e il Labirinto e Mami di Mami tra i libri, ma sono entrambe già state nominate sia da Luz che da Silvia, dunque vi risparmio xD sappiate però che adoro i vostri blog e sareste state senz'altro tra le mie scelte. I blog a cui assegno il premio:

1. L'anima delle storie di Giulia V.
2. Changes. Chances. di PattyOnTheRollercoaster
3. Fumetti di Carta di Orlando Furioso
4. Le manga-pagelle di Caroline di Caroline Preston
5. Mikla tra i libri di Mikla
6. NullaDiPreciso di Margherita
7. Quasi Adatta di Viola
10. Ariadne's Diary di Ari
11. Dipendenza da Shoujo di Hime Claire

Ecco le undici domande per voi!

1. Raccontaci un tuo ricordo d'infanzia bello o divertente.
2. Parliamo di look. Ne hai mai avuti di bizzarri, osceni o quanto meno imbarazzanti? Tutti abbiamo avuto tagli di capelli o scelte stilistiche, almeno in fase adolescenziale, di cui vergognarci profondamente. Abbi coraggio e svelaci i tuoi!
3. Hai mai fatto sport? Oppure suonato qualche strumento musicale? Se sì, a che livello? Raccontaci le tue esperienze, oppure, se non l'hai mai fatto, quale sport avresti voluto praticare/strumento musicale suonare?
4. Sì sa, i social e gli smartphone hanno devastato il cervello un po' di tutti. Quale social o app ti ha creato maggiore dipendenza? 
5. Quale personaggio, ahimè passato ormai a miglior vita, ti sarebbe piaciuto incontrare? Perché?
6. Se soffrissi di personalità multipla, che caratteristiche potrebbero avere i tuoi alter ego?
7. Una persona famosa - in qualsiasi campo - che stimi molto. Parlaci di lui/lei e del perché la/lo ammiri.
8. Una cosa del tutto superflua che compreresti se avessi soldi da buttare dalla finestra.
9. Hai la possibilità di avere una casa in qualunque posto tu voglia. Dove vai ad abitare e con chi?
10. Un alimento o bevanda del quale non potresti mai, per nessun motivo, fare a meno.
11. Cos'è che ti fa ridere fino alle lacrime?

Wow, ce l'ho fatta! Vi chiedo scusa per le domande strane, volevo divertirmi nel formularle e soprattutto esulare un attimo dal contesto libresco/fumettistico, proprio per conoscere cose diverse di voi blogger. Spero che vi divertirete nel rispondere e che vogliate partecipare tutti!

Grazie ancora se siete arrivati a legger fin qui, è stata lunga scrivere tutto questo post ma mi sono anche divertita un sacco. Un abbraccio e alla prossima!

24 commenti:

  1. Ciao!! Grazie mille per aver partecipato ed aver risposto alle mie domande! Sono stata contenta di scoprire qualcosa di più su di te!
    Quando vuoi, ti aspetto sul mio blog :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, grazie mille a te per avermi nominata e avermi dato la possibilità di partecipare, è stato molto divertente e poi sto scoprendo diversi bellissimi blog che mi erano sfuggiti!
      Alla prossima :)

      Elimina
  2. Wow, grazie per la nomina indiretta, mi rende davvero felice :)
    Trovo anch'io molto carina l'idea di questo premio, sia per la promozione di blog meno famosi che per le domande che permettono di conoscersi un po' di più. Vedo comunque che un po' tutte siamo state segnate dalla cara Jo March, e chi non avrebbe voluto essere un po' lei? Ti auguro tanto di andare presto in Scozia, è anche tra le mete dei miei sogni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per vari motivi non accadrà a breve purtroppo, però spero tanto di riuscirci un giorno! Le immagini che ho sempre visto sia in tv che sul web mi hanno stregata e vorrei tanto vedere quelle atmosfere di persona. Dai, su, stiamo parlando di un posto che, mentre cammini tranquillo in una strada qualunque, alzi lo sguardo e vedi un castello diroccato su un promontorio. Non si può non desiderare di andarci!! xD
      Per quanto riguarda Jo March, beh, è un personaggio davvero iconico. La maggior parte di noi ha incontrato "Piccole donne" tra le prime letture importanti e come si fa, da bambine, a non rimanere colpite da una ragazza forte, intelligente, vivace, e creativa come Jo? Personalmente sono molto contenta di averla nel mio bagaglio culturale, perché sono anche i personaggi come lei ad aver contribuito a far di me un'appassionata lettrice.
      La nomina, anche se indiretta, te la meriti tutta, il tuo blog - sia quello che avevi prima che il nuovo - è semplicemente stupendo!

      Elimina
  3. Ciao Julia! Graaazie per questo premio così carino, è bello scoprire qualcosa di nuovo e conoscerci un po' di più anche se solo virtualmente :)E ancora una volta ribadisco che per certi aspetti siamo davvero simili ehehe
    Ok, giuro che in questi giorni mi ritaglio un po' di tempo e mi metto a lavoro! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla Viola, il tuo blog mi è piaciuto già "a pelle" la prima volta che ci sono capitata e poi, lo sai, apprezzo sempre le tue recensioni :) mi fa piacere sapere che abbiamo cose in comune, aiuta sempre a sentirsi meno incompresi sapere che c'è qualcun altro come te!
      Non vedo l'ora di leggere il tuo post con le risposte alle mie domande perciò... al lavoro, su su! xD

      Elimina
  4. Grazie mille Julia per avermi nominata :) Non è il primo anno che mi capita, ma fa sempre un enorme piacere. Mi riprometto di scrivere anche io il mio post questa volta. Già leggendo le domande che ci hai rivolto mi veniva da ridere, ne avrei di belle da raccontare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso proprio che me la riderò anch'io leggendo le vostre risposte! Se mi dici così poi mi incuriosisco ancora di più, quindi spero di trovarmi presto il tuo post nella home page di blogger!
      So di aver commentato poco i tuoi ultimi scritti ma ti leggo sempre con piacere, e l'averti nominata ne è la mia piccola dimostrazione :)

      Elimina
  5. Bello leggere questo tuo post, e ancora una volta penso a quanto queste piccole cose permettano di conoscere meglio chi sta dietro un monitor.
    Grazie a te per la stima, che è assolutamente reciproca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già! Io sono una curiosa di natura, soprattutto verso le persone; non che mi piaccia farmi i fatti degli altri come un'impicciona, assolutamente no, ma conoscere gusti, pensieri, cose particolari che le riguardano... ecco perché un semplice gioco come questo mi diverte tanto!
      Grazie ancora a te per avermi nominata ^^

      Elimina
  6. Grazie Julia, che gentile che sei! Un bacio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati! Spero proprio che parteciperai :)

      Elimina
  7. Cara Julia,
    grazie, immensamente grazie per la "nominèscion". Quest'anno, visto come sta andando il mio blog (a spizzichi e bocconi, diciamo così, eufemisticamente...) mi sento questo premio come immeritato... Ma tant'è, sono paranoie mie che non so se avranno mai una risoluzione :)
    Io spero che tu non ti offenda se quest'anno, per la prima volta, ho deciso di non partecipare "attivamente", diciamo così, al Liebster. Dunque non farò un post ad hoc, non me la sento. Sappi che se lo facessi il tuo splendido (NON è una sviolinata o un "tanto per ricambiare") tantononimporta sarebbe tra i vincitori.
    Spero tu non ti offenda se, però, rispondo alle domande, visto che (egocentrico come sono...) ADORO rispondere a questo tipo di domande :D
    ...allora posso?...
    Grazie ancora dal profondo del cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Orlando,
      posso capire il tuo sentimento, perché l'andamento del mio blog (e non solo quest'anno...) è anch'esso a dir poco saltuario. Se vai a vedere l'archivio, più di una volta ci sono buchi di MESI e mi sono ritrovata a scrivere più di un post per spiegare le mie assenze; nonostante questo, ad ogni ritorno all'attività di blogging ho potuto notare che i lettori che c'erano prima erano rimasti e questo mi ha dato molta fiducia e la voglia di continuare, che in passato ho perso fin troppo facilmente. Vedila così: se le persone ti leggono e si prendono il tempo per commentare quanto scrivi, un motivo deve esserci, perciò le tue paranoie, come dire, non hanno proprio ragioni! Inoltre, credo sia sempre più importante la qualità della quantità e tu anche se non pubblichi ogni settimana o un tot di post al mese, quelli che scrivi sono davvero un piacere da leggere, credimi.
      Non mi offendo affatto, tranquillo! Sono contenta che risponderai lo stesso alle domande, so già che mi darai grandi soddisfazioni xD

      Elimina
  8. Risposte:
    1. Ahi... infanzia un po' tristina, pochi bei ricordi... Forse uno dei più belli è il primo giorno di scuola: ero veramente felice di andarci, finalmente!

    2. Sono stato, nel 1977, uno dei primi punk italiani, quindi... Nel 1982 avevo il mohicano (verde!)... E vogliamo parlare di quando suonavo con band heavy metal? No no, meglio di no, via :DDD

    3. Aikido. Sono arrivato alla cintura verde, poi visto che sono pigro, anzi accidioso, ho mollato. Me ne pento ancora oggi. Suono diversi strumenti musicali: batteria, basso, chitarra, un po' di tastiere... Ho fatto parte di importanti band underground del punk e dell'heavy metal italiano, ho inciso diversi singoli, album, cassette e fatto tantissimi concerti. L'ultimo mio concerto risale al dicembre 2012, poi ahimé ho "appeso gli strumenti al chiodo"...

    4. Facebook. Infatti ne sono uscito da un paio d'anni per non rientrarci mai più. Sto avendo qualche problema di dipendenza da instagram e infatti sto meditando di chiudere l'account...

    5. In realtà moltissimi/e... Se proprio mi puntassero il fucile direi forse John Lennon, perché per me i Beatles sono una delle cose più importanti della mia vita (anche se non esistono più da 47 anni...). I Beatles sono il mio Mito, li ascolto ogni giorno da quasi cinquant'anni: se potessi chiacchierare un po' con John (o con Paul o con George o con Ringo) potrei morire felice :) In alternativa: Pier Paolo Pasolini.

    6. Una potrebbe essere un mistico (ho qualche tendenza in proposito); un'altra un politico pieno di passione, una terza un musicista pazzo!

    7. Ho una vera e propria adorazione per lo scrittore e sceneggiatore di fumetti inglese Alan Moore. Ha delle idee sul mondo, sulle cose, su tutto, che condivido in pieno, ha scritto fumetti e libri che mi hanno cambiato la mente (in meglio, spero), politicamente la penso come lui, è uno dei - temo pochi - uomini realmente femministi, non sessisti, non omofobi, non razzisti. Forse lo venero troppo (avrà ben anche lui dei difetti! ^___^), ma per me è un modello da seguire, ecco.

    8. Una chitarra elettrica Gibson Les Paul Deluxe del 1958!!! (credo costi sui 15mila dollari, se bastano...)

    9. Con mio marito e le nostre bestiole, ovviamente. In una piccola città di mare, al Nord (Scozia, Normandia, posti simili). Anche domattina, eh! :D

    10. Pizza. Poi, al secondo posto, Pizza; poi ancora Pizza :DDD

    11. Quando, la sera generalmente, io e mio marito facciamo gli scemi e cominciamo - soprattutto lui - a sparare cavolate a raffica e io rischio di soffocare dal ridere. Lo amo anche per questo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1. Mi dispiace per l'infanzia "povera" di bei ricordi, spero che tu ne abbia collezionati il triplo più tardi! :)
      2. Voglio la foto del mohicano verde, subito!!! (da adolescente stravedevo per lo stile punk e, anche se in maniera moderata, ho fatto i miei danni xD)
      3. Wow, ne hai da raccontare! Inutile dire che sarei curiosa di vedere o ascoltare qualcosa di repertorio! E comunque, gli strumenti non si appendono mai davvero al chiodo, anche se non suoni più in pubblico la capacità ti resta, no?
      4. Anch'io ho utilizzato molto facebook, non lo uso più da moltissimo tempo ma non cancello l'account solo perché dentro ci sono alcuni ricordi che ogni tanto mi piace rivangare. Instagram è anche la mia fissa, è praticamente l'unico social che uso ormai!
      5. Chapeau per le scelte.
      6. Adoro la diversità di queste tre personalità: un mistico, un politico ed un musicista pazzo che albergano dentro uno stesso corpo e si alternano si darebbero a dir poco sui nervi a vicenda xD
      7. Ho letto pochissimo di Alan Moore purtroppo ma ci sono diverse sue opere che mi hanno sempre attratta; se mi dici così, mi pento amaramente di non averlo approcciato di più finora! Consigli su cosa leggere di suo??
      8. Ma poi avresti il coraggio di suonarla o la terresti in una teca con tanto di antifurto? xD
      9. Come ti capisco!! Il Nord Europa, sia per paesaggi che per stile di vita, penso sia il massimo.
      10. Tanto la varietà di cosa puoi metterci sopra è pressoché infinita, quindi è come se non rinunciassi a nient'altro quasi u.u
      11. Avere accanto qualcuno che sappia farti ridere è una delle cose più importanti, hai fatto proprio bene a sposartelo se ha questo super potere :)

      Grazie per aver risposto!

      Elimina
    2. Cara Julia, comincio dalle cose importanti: di Alan Moore oso darti un consiglio un po' impegnativo... "Promethea", tre volumi (è uscito da poco il secondo, entro un paio di mesi al massimo uscirà il terzo ed ultimo), costano circa 30 euro cadauno (lo so...) e meritano tantissimo, la storia è stupenda, i disegni spettacolari, la protagonista uno dei personaggi più meravigliosi abbia mai letto, e poi si parla di MAGIA!... Sono pronto a scommettere che ti piacerebbe! :)

      Per foto con mohicano, a brevissimo sul mio blog: sto preparando 4 post sul mio Quarantennale del Punk ;)
      Sull'ascoltare qualcosa... beh, l'ultima cosa registrata, oramai 4 anni fa, è qui:
      https://www.youtube.com/watch?v=0V7Hz5Mjc8w
      La Gibson, dopo averla accarezzata per ore (con pianto di commozione annesso, la suonerei ECCOME!!! :DDD

      Grazie ancora Julia, e a presto!

      Elimina
    3. Purtroppo stai parlando ad una disoccupata che a stento ha gli spiccioli per recuperare i manga che sto seguendo, quindi tre volumi da 30 euro potrò recuperarli tra circa trent'anni XD però grazie mille per il consiglio, da come l'hai introdotto mi incuriosisce, terrò presente questo titolo, non si sa mai :)

      Aspetto con ansia il post allora! Intanto corro a sentire il link che mi hai lasciato. Grazie a te!

      Elimina
  9. Ciao Julia! Grazie mille per la nomina!!! Sono emozionatissima! Facciamo subito un mea culpa, per amore dell'onestà: non conoscevo il tuo blog, ma era pura ignoranza! Quindi un doppio grazie: primo, per la nomina, come ho già detto, e secondo, perché sento che ci saranno giornate di ottime letture con te! ;)Ed ora passiamo al Liebster Award: L'anno scorso ne ho scoperto l'esistenza (e ci ho scritto un post lunghissimo...mannaggia!) e quest'anno sono davvero felice di poterlo riproporre! Certo che competere con le tue fantastiche domande sarà difficilissimo! Dovrò ingegnarmi parecchio! E riguardo alle tue risposte, cavolo, su alcune cose siamo proprio simili! Prometto che prestissimo risponderò alle tue domande e te lo farò sapere subito subito! ;) Nel frattempo, un bacione, vado a spulciare il tuo blog! P.s. ma che spettacolo lo sfondo che hai scelto!!! Inviidia (buona, s'intende!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Duille, che piacere averti fra i miei lettori! :)
      Sta tranquilla, non è necessario nessun mea culpa, il web è un posto immenso dove spesso trovare un blog come il mio è il risultato di pura casualità. Il tuo l'ho trovato ormai un po' di tempo fa seguendo la scia di qualche commento, e sono rimasta subito colpita da come scrivi (cioè benissimo) e da cosa scrivi (ovvero cose in cui posso riconoscermi totalmente). Che siamo piuttosto simili l'ho pensato anch'io mentre leggevo i tuoi post - specie quelli a tema ansia sociale!! - mi fa piacere se anche tu hai avuto questa impressione!
      Sappi che non vedo l'ora di scoprire che risposte ti inventerai, per le mie domande :D
      Grazie per i complimenti, spero proprio che spulciando troverai cose che ti interessano!
      Un bacio

      Elimina
  10. Grazie mille per la menzione speciale*-* Solo che... Anch'io vorrei nominarti, ma a questo punto evito, visto che già ne hai avute due a tua voltaxD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo di arrivare prima l'anno prossimo e nominarci a vicenda al primo colpo! Intanto mi fa piacere sapere che l'apprezzamento è reciproco <3

      Elimina
  11. Ciao Julia! Finalmente approdo sul tuo blog e come primo post ho deciso di commentare questo. Ti ringrazio un sacco per avermi nominata, mi fa sempre piacere quando qualcuno si accorge dell'esistenza del mio piccolo blog. Spero che non ti offenderai se non rispondo al tag direttamente con un post interamente dedicato a questo Awards, anche se mi ha fatto davvero tanto piacere che tu abbia nominata: mi ha dato l'opportunità di conoscere il tuo splendido blog che alterna libri e fumetti ...e io li amo entrambi ♥
    Appena butto già un post chiacchiericcio (spero presto) non mancherò a ringraziarti e a nominarti. Purtroppo questi ultimi mesi sono stata tutto tranne che attiva, con un'assenza recente di ben tre settimane in cui non voglio sapere quante cose mi sono persa D:
    Ad ogni modo voglio rispondere alle tue domande, mi piace rispondere alle domande quindi lo faccio volentieri qui sotto: è sempre bello conoscersi tra blogger :3

    1. I ricordi più nitidi della mia infanzia sono soprattutto catastrofi, soprattutto brutte cadute: una volta mi sono rotta il braccio, una volta camminando tra gli scogli (passione che ho tuttora) e un’altra camminando su un muretto (ma continuo a camminare sui muri). Uno divertente, ma anche un po’ catastrofico, e quando ho “lanciato” in mare gli occhiali da sole: ero in barca e volevo toglierli come fanno le dive del cinema(?), ma mentre facevo la mossa per toglierli in fretta mi sono volati un acqua …addio occhiali!

    2. Nell'adolescenza ho avuto il mio periodo alternativo fatto di scarpe da skate, abbigliamento completamente nero da capo a piedi, cintura con le borchie, campanellino al collo e la mia immancabile kefia bianca e nera. Mi sono vestita così tra i 15 e i 16 anni o poco più, poi ho scoperto i jeans blu e i colori.

    3. Ho fatto sport per molti e molti anni, è stato centrale sia nell’infanzia che nell’adolescenza ma ad un certo punto mi sono resa conto che la mia vita sociale era piuttosto scarsa al di fuori della scuola. Ho fatto undici anni di pattinaggio artistico a rotelle a livello agonistico, sia specialità singolo che gruppo. Il pattinaggio è stato lo sport principale e mi manca davvero un sacco, mi piacerebbe riprendere a livello amatoriale in qualche modo. Poi ho fatto otto anni di sci agonistico, otto anni a sacrificare i week end per andare in montagna ad allenarmi e a fare gare. Era davvero molto molto pesante come ritmi di vita e io lo prendevo più come un divertimento che seriamente, mettendo il pattinaggio al primo posto. Poi ho fatto tre anni di barca a vela ma solo d’estate, nei mesi più caldi, perché andare al mare d’inverno non mi piaceva (e poi sciavo eheh).

    4. Ho avuto un super periodo Tumblr alimentato dal mio lato fangirling ma poi mi sono disintossicata, ora sono in fissa per instagram.

    5. Jane Austen passata miglior vita 200 anni fa, mi sarebbe piaciuta incontrarla nella sua epoca, con la sua mentalità aperta e inusuale per il periodo storico che ha vissuto: chissà che avrei pensato!

    6. Forse avrebbe la passione per la musica, invece di vendere l’anima allo sport la venderebbe alla musica. Mi sarebbe sempre piaciuto suonare uno strumento e sicuramente il mio alter ego lo fa.

    7. E se la lascio in bianco? Mi prendi davvero alla sprovvista con questa domanda.

    8. Vasetti, scatolette, porta candele, tutte cose inutili ma che mi piacciono un sacco. Non saprei davvero cosa farmene, ma ogni volta che vado all’Ikea o in un negozio per accessori per la casa perdo ore a guardarli e toccarli.

    9. Mi basta che sia vicino al mare, se poi è collocata in una città dall’architettura affascinante ancora meglio! Con chi? Il mio ragazzo dai.

    10. Nutella, cioccolata in tutte le sue forme

    11. La mia compagnia di amici ma anche alcuni lati imbranati del mio ragazzo. Se ho bisogno di ridere però anche Lovely Complex è un’ottima soluzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, benvenuta da queste parti! :)
      Non ti preoccupare per il post apposito o citarmi da qualche parte, a me faceva semplicemente piacere farti sapere che apprezzo il tuo blog e son contenta che tu abbia deciso di rispondere alle domande ^^
      Abbiamo un paio di cose in comune, come la propensione a romperci ossa (anche adesso, sono ancora in ripresa dopo essermi disintegrata vari pezzi della gamba sinistra), il periodo dark con borchie e kefia (per fortuna mi è durata poco) e il debole per le cosette dell'Ikea che, accidenti a loro, costano pure poco quindi te ne porti a casa una bustona e poi non sai dove metterli o cosa farci XD
      Lovely Complex lo adoro anche io! Sto guardando l'anime proprio in questo periodo, non ho ancora letto il manga e penso proprio di dover rimediare...

      A presto!

      Elimina